0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Vodka

La vodka affonda le sue origini nell’Europa dell’est e la sua invenzione è contesa tra Russia e Polonia. Il termine vodka in molte lingue di origine slava è il diminutivo delle parole corrispondenti all’italiano “acqua”. In Russia la bevanda viene indicata con la parola вода (voda), mentre in polacco con il termine woda, analogamente a quanto avviene con l’italiano acquavite che, in maniera del tutto simile, designa una bevanda caratterizzata da un aspetto trasparente e limpido come l’acqua. La vodka può essere ottenuta attraverso la lavorazione di diverse materie prime, a patto che queste siano ricche di amido e di zuccheri. Le materie prime più usate sono i cereali (segale, orzo e grano) e le patate. Innanzitutto, i cereali o le patate, vengono macinati, quindi viene aggiunta dell’acqua. Dopo il primo step è necessario far fermentare il composto utilizzando lieviti accuratamente selezionati, in modo che questo raggiunga gli otto gradi alcolici. Trascorso qualche giorno, si parte con la prima distillazione: il composto viene riscaldato e il vapore prodotto viene raccolto all’interno di un refrigeratore nel quale si condensa. La seconda distillazione, invece, serve ad eliminare quelle che vengono comunemente definite code e teste, ovvero le sostanze più pesanti e leggere, tra cui gli aldeni, gli esteri e l’anidride solforosa, che in un secondo momento vengono ridistillati. A questo punto, è il mastro distillatore a scegliere quante distillazioni sono necessarie. Sta di fatto che più l’alcol viene distillato e maggiore è la perdita di sostanze diverse dall’alcol. In tal modo, il distillato tenderà ad assumere un gusto neutrale. Tuttavia, un processo di distillazione ripetuto più e più volte, teso ad ottenere un distillato il più insapore possibile, risulta molto dispendioso. Per questo motivo il metodo più diffuso, utile ad eliminare odori sgraditi e a purificare ulteriormente la bevanda, consiste nel filtrare il distillato usando i carboni attivi. Uno dei casi più estremi è quello della vodka Purity prodotta in Svezia, ottenuta con l’aggiunta di acqua purissima filtrata direttamente da un ghiacciaio e attraverso ben 34 distillazioni, che causano una perdita di volume pari al 90% del totale. Per la distillazione della vodka l’alambicco più utilizzato è quello a colonne, munito di almeno 46 piatti. Chi desidera una vodka ancora più leggera e neutrale può ricorrere ad alambicchi a cinque colonne. Terminate le distillazioni, è possibile ricorrere a successivi allungamenti con acqua (che può essere distillata, piovana o sorgiva), per ottenere la gradazione finale con cui la bevanda verrà lanciata sul mercato. Al di là del contenuto alcolico, che influisce soltanto in minima parte sul sapore del prodotto finale, è possibile dividere le vodka esistenti in due categorie principali: quelle pure (che sono la maggior parte, in accordo con quanto imposto dalla tradizione) e quelle aromatizzate. Queste ultime sono abbastanza diffuse e con il tempo ogni aroma possibile e immaginabile è stato impiegato per impreziosire il sapore di questo celebre distillato. Gli aromi possono essere aggiunti tramite distillazione, macerazione o percolazione; inoltre, è permesso anche l’uso di aromi naturali. Tra le tipologie di vodka tradizionali aromatizzate è necessario citare quella alle ciliegie, la vodka alle spezie, quella al miele (creata in Polonia) e la celebre Zubrówka, che come riporta lo stesso brand viene aromatizzata con l’erba del bisonte. I giovani di tutto il mondo apprezzano molto gli aromi più intensi e semplici come la vaniglia, il caramello, la pesca e tanti altri frutti.
 

vodka prezzo

 

GREY GOOSE RIVIERA VODKA 70CL LIMITED -11%

GREY GOOSE RIVIERA VODKA 70CL LIMITED

€ 44,90 € 39,90

Greygoosevodkalimitedriviera

Aggiungi al carrello

39,90

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello